Il sito utilizza cookies propri e di terze parti. Utilizziamo i cookie per migliorare la navigazione sul sito.

header1

Posina (VI), 29 - 03 - 17
Le squadre del Soccorso alpino stanno rientrando senza aver ancora potuto far luce sulla scomparsa di Riccardo Martini, 51 anni, di Piovene Rocchette (VI), uscito di casa ieri mattina per un giro in mountain bike senza far più ritorno. Dopo essere stati allertati questa mattina alle 7.30, i soccorritori delle Stazioni di Arsiero, Schio, Verona e Recoaro Valdagno, con il proprio Centro mobile di coordinamento, hanno iniziato la perlustrazione di sentieri e mulattiere nell'area d Priaforà/Monte Novegno, dove il cellulare dell'uomo risulta aver attaccato l'ultima volta la cella telefonica. Trasportate in quota dall'elicottero dei Vigili del fuoco, che ha sorvolato a lungo il terrirorio, altre squadre si sono suddivise sulle zone loro affidate, effettuando anche delle calate con le corde lungo gli strapiombi che affiancano una strada. Presenti i Vigili del fuoco, la Protezione civile di Arsiero e Valdastico - Pedemonte e numerosi amici dell'uomo. 
Riccardo è alto un metro e 75 per 70 chili, è calvo con la barba grigia e porta gli occhiali. La sua bici è nera e verde e solitamente lui indossa un caschetto blu. Lo stiamo cercando in questa zona, ma potrebbe essersi spostato anche in altri luoghi, chiunque lo avesse incontrato o abbia sue notizie è pregato di contattare i carabinieri. Le ricerche riprenderanno domattina alle 7.
Posina (VI), 29 - 03 -17
Le squadre del Soccorso alpino, dei Vigili del fuoco e della Protezione civile di Arsiero e Valdastico - Pedemonte, assieme a molti suoi amici, stanno cercando Riccardo Martini, 51 anni, di Piovene Rocchette (VI), non rientrato ieri da un giro in mountain bike. Al momento le ricerche sono concentrate nell'area Priaforà/Monte Novegno, dove la cella telefonica ha registrato l'ultimo contatto del suo cellulare. I soccorritori, trasportati in quota dall'elicottero dei Vigili del fuoco, stanno perlustrando la rete sentieristica e le strade silvopastorali. Riccardo è alto un metro e 75 per 70 chili, è calvo con la barba grigia e porta gli occhiali. La sua bici è nera e verde e solitamente indossa un caschetto blu. Lo stiamo cercando in questa zona, ma potrebbe essersi spostato anche in altri punti, chiunque lo avesse incontrato o abbia sue notizie è pregato di contattare i carabinieri.
Posina (TV), 29 - 03 - 17
Questa mattina alle 7.30 il Soccorso alpino di Arsiero è stato allertato dal 118 per avviare la ricerca di un uomo, uscito di casa ieri mattina da Piovene Rocchette (TV) per un giro in mountain bike e non rientrato. Parlando con familiari e conoscenti è emersa la sua intenzione di raggiungere la zona del Priaforà/Monte Novegno, ipotesi avvalorata dall'analisi delle celle telefoniche, che hanno agganciato il cellulare del ciclista l'ultima volta proprio in quell'area. Al momento le ricerche sono concentrate lì, con le squadre che stanno perlustrano la rete sentieristica. Sono presenti i Soccorritori di Arsiero e Schio (in arrivo quelli di Verona con il Centro mobile di coordinamento e Recoaro - Valdagno), i Vigili del fuoco e numerosi amici dell'uomo.

Borso del Grappa (TV), 28 - 03 - 17

Attorno alle 13.30 il 118 ha allertato il Soccorso alpino della Pedemontana del Grappa, su segnalazione di una persona che aveva visto due parapendii scontrarsi in cielo sopra la Val Cornosega. L'elicottero di Treviso emergenza, inviato immediatamente, ha verricellato sul luogo indicato il tecnico di elisoccorso, che ha appurato che si trattava in realtà di un'unica vela e che il pilota, 34 anni polacco, stava bene e non aveva bisogno di aiuto. L'allarme è quindi cessato. Questa mattina alle 11, i soccorritori erano già stati attivati per intervenire in supporto all'eliambulanza nella zona di Falconiere per un parapendio caduto. Anche in questo caso la missione era stata interrotta in quanto il pilota stava rientrando autonomamente.

 
Alpago 26 - 03 - 17
Ieri attorno alle 19.30 il Soccorso alpino dell'Alpago è stato allertato dal 118 per 3 escursionisti che avevano smarrito il sentiero in Cansiglo. I 3, di Mogliano Veneto (TV), erano partiti verso le 9 dal Fadalto per salire a Mezzomiglio via Pian de la Pita e poi ridiscendere dal Troi del Gaviol. A Mezzomiglio però avevano sbagliato direzione, volgendo a destra anziché sinistra, e si erano persi. Dopo aver cercato di ritrovare il percorso, in una zona senza copertura telefonica, erano riusciti a contattare il numero di emergenza, il 112, che aveva fatto partire le ricerche. I soccorritori avevano iniziato a perlustrare con due mezzi le strade bianche, azionando lampeggianti e sirene per cercare di farsi sentire e individuare il gruppetto. Contestualmente gli escursionisti chiamavano il 112 che, aggiornato dal 118 sugli spostamenti del Soccorso alpino, verificava la situazione in corso e riportava eventuali nuove informazioni. Finché, dalla descrizione di un cartello incrociato dai tre, i soccorritori hanno capito che dovevano trovarsi in un punto di esbosco della legna e in quella direzione si sono spostati, per ritrovarli, alle 22.30 circa, sulla Strada del Taffarel. Presenti anche i vigili del fuoco e i carabinieri.